Con i suoi 65 articoli, il Dl. 16 luglio 2020, n. 76, pubblicato sulla G.U. n. 178 del 16 luglio 2020 (S.O. n. 24), ha introdotto una serie di importanti novità, soprattutto in materia di contratti pubblici e innovazione digitale. Il Decreto, rubricato “Misure urgenti per la Semplificazione e l’Innovazione digitale” ma meglio noto come “Decreto Semplificazioni”, è stato emanato con il dichiarato interno di velocizzare e favorire gli investimenti e la realizzazione di infrastrutture.

Tra le principali novità si segnalano:

– l’innalzamento della soglia per l’affidamento diretto o in amministrazione diretta per lavori, servizi e forniture (elevata a Euro 150.000);

– l’applicabilità della procedura negoziata senza bando con 5 inviti fino a Euro 350.000, 10 inviti da Euro 350.000 e Euro un milione e 15 inviti tra Euro 1 e Euro 5,35 milioni;

– le modifiche apportate alla disciplina processuale del c.d. “rito appalti”, che prevedono che per tutte le opere, in sede di pronuncia cautelare, debba tenersi conto del preminente interesse alla sollecita realizzazione dell’opera e dell’interesse del soggetto aggiudicatore alla celere prosecuzione delle opere e che, per le opere di rilevanza nazionale, si applichi l’art. 125 del Cpa;

– la semplificazione e velocizzazione dei lavori sulle infrastrutture di rete per le comunicazioni elettroniche e la banda larga;

– la semplificazione delle procedure per la cancellazione dal Registro delle imprese e per lo scioglimento degli Enti cooperativi;

– il rafforzamento del Sistema di monitoraggio degli investimenti pubblici;

– la semplificazione delle attività del Comitato interministeriale per la programmazione economica;

– la semplificazione delle erogazioni dei contributi pubblici nel Settore dell’Agricoltura. 

Il Capo II e il Capo III del Titolo IV (“Semplificazioni in materia di attività di impresa, ambiente e green economy”)del Dl. n. 56/20 introducono disposizioni, rispettivamente, in materia di semplificazioni in materia ambientale e di green economy

Continua sul sito di Enti Locali Online



SEGUICI SU TELEGRAM

icon-telegram.png

Nomos Centro Studi Parlamentari è una delle principali realtà italiane nel settore delle Relazioni IstituzionaliPublic Affairs, Lobbying e Monitoraggio Legislativo e Parlamentare 

Se vuoi conoscere in tempo reale tutto il monitoraggio parlamentare senza perderti nessun nostro aggiornamento seguici sul nostro canale Telegram