Come previsto dai Regolamenti parlamentari, a metà legislatura Camera e Senato provvedono al rinnovo delle 28 commissioni permanenti. Questa regola è stata introdotta come forma di tutela nel caso di modifica degli equilibri politici decretati dalle elezioni. Nell’attuale legislatura, i presidenti delle Commissioni furono scelti dalla maggioranza targata Lega-M5S che sosteneva il governo Conte I. Con il cambio del Governo, e dopo diversi mesi di “coabitazione” con ben dieci presidenze a guida leghista (cinque alla Camera e cinque al Senato), la maggioranza si trova ora a dover trovare una quadra sul nuovo assetto. Dopo diverse settimane di duro scontro politico e al termine di una giornata convulsa, in cui la maggioranza è stata battuta per ben tre volte nelle votazioni sui vertici delle Commissioni permanenti, sono stati eletti i nuovi Uffici di presidenza (Presidente, Vicepresidenti, segretari) e i partiti fanno i loro conti. 

Per quanto riguarda le presidenze, il M5S ne incassa 13 (6 al Senato e 7 alla Camera), perdendone però una rispetto all'accordo siglato all'interno della maggioranza (l’Agricoltura di palazzo Madama, che sarebbe dovuta andare a Pietro Lorefice mentre è stato rieletto il presidente uscente leghista Giampaolo Vallardi). Il Partito Democratico ottiene 5 presidenze di Commissione alla Camera e 4 al Senato. Italia Viva incassa tutte e 4 le presidenze concordate: 2 alla Camera e 2 al Senato. L'unica presidenza che sarebbe toccata a Leu, ovvero la Giustizia al Senato con Pietro Grasso, è rimasta al leghista Andrea Ostellari.

Alla Camera i presidenti eletti sono: Giuseppe Brescia (M5S) confermato alla Affari Costituzionali, Mario Perantoni (M5S) alla Giustizia; Piero Fassino (Pd) alla Esteri; Gianluca Rizzo (M5S) confermato alla Difesa; Fabio Melilli (Pd) alla Bilancio; Luigi Marattin (Iv) alla Finanze; Vittoria Casa (M5S) alla Cultura; Alessia Rotta (Pd) all’Ambiente; Raffaella Paita (Iv) ai Trasporti; Martina Nardi (Pd) alle Attività Produttive; Debora Serracchiani (Pd) alla Lavoro: Pd; Marialucia Lorefice (M5S) confermata agli Affari Sociali; Filippo Gallinella (M5S) confermato all’Agricoltura; e Sergio Battelli (M5S) confermato alle Politiche Ue.

ADV-Presidenti_Commissioni_Camera.jpg

Al Senato i presidenti eletti sono: Dario Parrini (Pd) alla Affari Costituzionali; Andrea Ostellari (Lega) confermato alla Giustizia; Vito Petrocelli (M5S) agli Esteri; Roberta Pinotti (Pd) alla Difesa, Daniele Pesco (M5S) confermato alla Bilancio; Luciano D'Alfonso(Pd) alle Finanze; Riccardo Nencini (Iv) alla Cultura; Mauro Coltorti (M5S) alla Lavori Pubblici; Giampaolo Vallardi (Lega) confermato all’Agricoltura; Gianni Girotto (M5S) confermato all’Industria; Susy Matrisciano (M5S) confermata alla Lavoro; Annamaria Parente (Iv) alla Sanità; Wilma Moronese (M5S) confermata all’Ambiente; Dario Stefano (Pd) alle Politiche Ue.

ADV-Presidenti_Commissioni_Senato.jpg

Per l’occasione Nomos Centro Studi Parlamentari ha predisposto un documento riepilogativo dei nuovi Uffici di Presidenza delle Commissioni permanenti di Camera e Senato.

Scarica il documento

UdP Commissioni permamenti Camera e Senato - 30 luglio 2020



SEGUICI SU TELEGRAM

icon-telegram.png

Nomos Centro Studi Parlamentari è una delle principali realtà italiane nel settore delle Relazioni IstituzionaliPublic Affairs, Lobbying e Monitoraggio Legislativo e Parlamentare 

Se vuoi conoscere in tempo reale tutto il monitoraggio parlamentare senza perderti nessun nostro aggiornamento seguici sul nostro canale Telegram