Nel giorno dell’insediamento dei commissari di Alitalia, il Ministro Calenda è intervenuto presso la Commissione Industria del Senato. Nel suo discorso ha indicato il percorso intrapreso dal Governo per far fronte alla crisi del gruppo. Percorso che fa perno su di un prestito ponte da 600 milioni di euro.

La prossima settimana al Mise saranno convocati i sindacati per fare un punto della situazione che comprenderà anche sulle aziende dell'indotto. Entro 15 giorni i Commissari dovranno aprire la ricognizione per le manifestazioni d'interesse.

La Commissione Europea ha dato il primo via libera alla manovra correttiva presentata dal Governo italiano per consolidare i conti e per allontanare l’avvio di una procedura d'infrazione. Il primo giudizio positivo è arrivato da Dombrovskis. Le considerazioni definitive della Commissione arriveranno ametà maggio, dopo le previsioni di primavera e le raccomandazioni.

Di contro, il Ministro dell'Economia Padoan, con gli omologhi spagnolo, portoghese e francese, ha chiesto alla Commissione di considerare con più attenzione, nella valutazione dei bilanci nazionali, elementi come la bassa crescita nominale, gli effetti della crisi sul lavoro, nonché i rischi legati al neoprotezionismo.

Intervenendo sulla manovrina davanti alle commissioni Bilancio, Padoan ha sottolineato che la manovra correttiva s'inserisce organicamente in una strategia di medio periodo e che al contempo si affianca a una dimensione espansiva orientata al rafforzamento della crescita. La correzione dei conti quindi, è molto contenuta e ha efficacia strutturale e proietterà gli effetti di riequilibrio con conseguimento del pareggio strutturale di bilancio nel 2020.

Di fronte ai dubbi espressi anche dalla Corte dei conti e dalla stessa Confindustria sullo split payment, Padoan ha assicurato che l'estensione del meccanismo sarà accompagnato da un'accelerazione dei rimborsi fiscali, alla quale il Governo sta pensando per ovviare ai problemi di liquidità delle aziende.

L'Istat ha certificato che ad aprile l'indicatore anticipatore dell'andamento dell'economia italiana resta positivo ma evidenzia una decelerazione. Sull’inflazione, la stima preliminare ha evidenziato che la variazione tendenziale dell' indice dei prezzi al consumo per l'intera collettività nazionale (NIC) è pari a +1,8% (0,4 punti percentuali in più rispetto a marzo).

Secondo l’Istituto di statistica crescono anche gli occupati (+0,2% più rispetto al quarto trimestre 2016). Aumentano i lavoratori a tempo indeterminato (+0,3%) e idipendenti a termine (+1,3%,). Gli occupati indipendenti hanno, invece, subito una diminuzione (-0,7%). A marzo, il tasso di disoccupazione si è attestato all'11,7%, valore distante da quello dell'area euro (9,5%).

Scarica la Settimana Economica dal 29 aprile al 5 Maggio

Settimana Economica 29 aprile - 5 maggio 2017

 



Seguici su Whatsapp

icon-whatsapp.png

Nomos Centro Studi Parlamentari è una delle principali realtà italiane nel settore delle Relazioni IstituzionaliPublic Affairs, Lobbying e Monitoraggio Legislativo e Parlamentare 

Vuoi ricevere tutti i nostri aggiornamenti in tempo reale? Seguici sul nostro canale Whatsapp

 

 

 

Prodotti editoriali

Giornata Parlamentare
Settimana Economica