400px-Parlamento Italiano Giuramento di Giovanni LeoneDopo l'approvazione della delega sulle pene carcerarie non detentive e la messa alla prova con sospensione del procedimento penale, il Senato si concentra sul disegno di legge relativo alla demolizione di manufatti abusivi. Un problema di natura urbanistica particolarmente sentito in alcune zone della Campania. La commissione Affari costituzionali continuerà l'esame sui presupposti costituzionali del decreto-legge “Missioni internazionali”, punto all'ordine del giorno che precede l'analisi del dl “Milleproroghe” e del disegno di legge su Province e città metropolitane. Il ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Maurizio Lupi, sarà sentito dalla commissione Lavori pubblici nell'ambito dell'indagine conoscitiva sulle concessioni autostradali, dichiarazioni che saranno seguite dalla convocazione congiunta delle commissioni Lavori pubblici e Industria in cui saranno esaminati gli atti del Governo sugli “Attivi strategici nei settori energia, trasporti, comunicazioni” e su “Procedure poteri speciali nei settori energia, trasporti, comunicazioni”.

In commissione Sanità potrebbe arrivare il parere sullo schema di decreto legislativo sugli animali usati a fini scientifici. “Daremo un parere chiaro al Governo anche se non è ancora arrivato il pronunciamento della Conferenza Stato-Regioni” ha spiegato la presidente Emilia De Biasi. Voto che arriverà comunque fuori tempo massimo, la Commissione Europa intende infatti aprire una procedura di infrazione per il mancato recepimento della direttiva che regolamenta lo svolgimento di test scientifici sugli animali. La Commissione esaminerà anche gli schemi di decreto legislativo su farmacovigilanza, assistenza transfrontaliera e codice medicinali per uso umano e continuerà la discussione sul disegno di legge con cui si prevede di inasprire le pene per l'esercizio abusivo delle professioni sanitarie. La commissione Territorio, in sede consultiva, proseguirà i lavori relativi agli atti del Governo su rifiuti apparecchiature elettriche ed elettroniche – RAEE, emissioni industriali e sostanze pericolose contenute nelle apparecchiature elettriche.

L'Aula di Montecitorio continuerà la discussione sulla conversione in legge dei decreti legge “Terra dei Fuochi” e “IMU-Bankitalia”. Sul secondo potrebbe arrivare l'apposizione della questione di fiducia da parte del Governo: i deputati hanno infatti presentato più di mille emendamenti e ci sono più di cento iscritti a parlare, soprattutto esponenti delle opposizioni intenzionati a fare ostruzionismo. In commissione Affari costituzionali si andrà avanti con l'istruttoria delle varie proposte di riforma della legge elettorale, argomento sempre più sdrucciolevole a causa dei crescenti distinguo tra le segreterie dei vari partiti. Nel pomeriggio la commissione Finanze si riunirà insieme a quella Attività produttive per analizzare il dl contenente “Interventi urgenti di avvio del Piano "Destinazione Italia", per il contenimento delle tariffe elettriche e del gas, per la riduzione dei premi RC-auto, per l'internazionalizzazione, lo sviluppo e la digitalizzazione delle imprese, nonché misure per la realizzazione di opere pubbliche ed EXPO 2015”. In commissione Affari sociali continuerà l'audizione del ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, in merito al nuovo “Patto per la salute” allo studio del Governo. Nel pomeriggio i commissari proseguiranno i propri lavori sugli schemi di decreto legislativo riguardanti la protezione degli animali utilizzati per scopi scientifici e l'assistenza transfrontaliera.

Il caos interno al Pd – culminato con le dimissioni del presidente Cuperlo – potrebbe condizionare l'attività del Governo. Enrico Letta vive con molto dispiacere la guerra per bande interna al centrosinistra, stato d'animo che non gli impedisce di pensare alle prossime scadenze. Dopo il summit internazionale di Davos si concentrerà sul patto di coalizione “Impegno 2014” e su un sempre più probabile rimpasto. Renzi continua ad inviare precisi messaggi all'Esecutivo e non è disponibile a sostenere una squadra che intenda vivere alla giornata. Le riforme restano prioritarie anche per il Quirinale. La strada per la revisione costituzionale nasconde, però, molte insidie.

 



Seguici su Whatsapp

icon-whatsapp.png

Nomos Centro Studi Parlamentari è una delle principali realtà italiane nel settore delle Relazioni IstituzionaliPublic Affairs, Lobbying e Monitoraggio Legislativo e Parlamentare 

Vuoi ricevere tutti i nostri aggiornamenti in tempo reale? Seguici sul nostro canale Whatsapp

 

 

 

Prodotti editoriali