La Commissione Agricoltura del Senato ha proseguito il 22 settembre l’esame del ddl recante norme per la valorizzazione e la promozione dei prodotti agricoli e alimentari provenienti da filiera corta, a chilometro zero o utile (AS. 878, approvato dalla Camera). 

Il relatore Giorgio Maria Bergesio (Lega) ha presentato 5 emendamenti volti a recepire i rilievi formulati dalla Commissione Bilancio.

Il presidente Gianpaolo Vallardi (Lega), dopo aver comunicato che sono pervenuti i prescritti pareri, ha rinviato le votazioni ad una successiva seduta.

Gli emendamenti del relatore

2.100

Il Relatore

Al comma 1, lettera a), sostituire le parole: «articolo 5», con le seguenti: « articolo 6».

5.100

Il Relatore

Al comma 1, sostituire le parole: « Ministro delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo», con le seguenti: « Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali».

 

5.101

Il Relatore

Al comma 1, secondo periodo, sopprimere le seguenti parole: «, anche al fine di assicurare il rispetto della clausola di invarianza finanziaria di cui al quarto periodo».

 

5.102

Il Relatore

Al comma 1, ultimo periodo, sostituire le parole: «a carico del bilancio dello Stato», con le parole: « a carico della finanza pubblica».

 

7.100

Il Relatore

Aggiungere, in fine, i seguenti commi:

        «2. Alle regioni e alle province autonome di Trento e di Bolzano è attribuita l'effettuazione dei controlli e l'irrogazione delle sanzioni di cui al precedente comma 1.

  1. I proventi derivanti dall'attività sanzionatoria di cui al precedente comma 2 sono versati sui rispettivi conti di tesoreria.
  2. Resta ferma, per le attività di controllo e accertamento delle infrazioni di cui al presente articolo, limitatamente ai prodotti della pesca e dell'acquacoltura, la competenza del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali che, a tal fine, si può avvalere del Corpo delle capitanerie di porto, conformemente al disposto dell'articolo 22 del decreto legislativo 9 gennaio 2012, n. 4.
  3. I proventi derivanti dalle sanzioni irrogate ai sensi del precedente comma 4 sono versati su apposito capitolo dello stato di previsione dell'entrata.».


SEGUICI SU TELEGRAM

icon-telegram.png

Nomos Centro Studi Parlamentari è una delle principali realtà italiane nel settore delle Relazioni IstituzionaliPublic Affairs, Lobbying e Monitoraggio Legislativo e Parlamentare 

Se vuoi conoscere in tempo reale tutto il monitoraggio parlamentare senza perderti nessun nostro aggiornamento seguici sul nostro canale Telegram

 

Naviga tra i documenti - Prodotti Agroalimentari a km 0

Scarica la nostra presentazione

banner.gif