Come alle politiche, domenica 25 settembre anche alle regionali in Sicilia la coalizione di centrodestra si è affermata con un ampio margine sugli avversari: sarà l’ex presidente del Senato Renato Schifani (FI) il nuovo presidente della Regione, forte del 42% dei consensi. Secondo classificato il sorprendente Cateno de Luca che bissa l’ottimo risultato del suo partito Sud chiama Nord a livello nazionale e ottiene il 24%. Seguono la candidata del PD Caterina Chinnici (16,2%) e quello del M5S Nuccio di Paola (15,2%). Chiudono il cerchio Gaetano Armao (2,1%) del Terzo Polo ed Eliana Esposito (0,5%) di Siciliani Liberi. 

Queste ultime due liste, per via del sistema elettorale che prevede una soglia di sbarramento al 5%, non otterranno seggi in Assemblea Regionale. Fratelli d’Italia con il 15,1% si assicura la palma di primo partito, davanti a Forza Italia (14,7%), Sud chiama Nord e Movimento 5 Stelle ambedue al 13,6% e Partito Democratico (12,7%).

Per l’occasione, Nomos Centro Studi Parlamentari ha realizzato un documento di analisi e commento delle elezioni regionali in Sicilia 2022.

Scarica lo speciale

Speciale Risultati Sicilia - 29 settembre 2022



Compila il form e ricevi i nostri Speciali via mail

Lasciaci i tuoi dati per ricevere gratuitamente, via mail, i nostri speciali con analisi politiche, economiche e di scenario con approfondimenti regionali.
Accetto i Termini di Utilizzo e la Privacy policy

 

 

 




Seguici su Telegram

icon-telegram.png

Nomos Centro Studi Parlamentari è una delle principali realtà italiane nel settore delle Relazioni IstituzionaliPublic Affairs, Lobbying e Monitoraggio Legislativo e Parlamentare 

Se vuoi conoscere in tempo reale tutto il monitoraggio parlamentare senza perderti nessun nostro aggiornamento seguici sul nostro canale Telegram

 

Scarica la nostra presentazione

banner.gif