Il candidato del centrosinistra alla Presidenza della regione Puglia Michele Emiliano è stato riconfermato presidente con un distacco importante sul candidato del centrodestra Raffaele Fitto. Al termine dello scrutinio delle 4.026 sezioni, Emiliano ha ottenuto il 46,8% contro il 38,9% del suo avversario di centrodestra, mentre la candidata del M5S Antonella Laricchia si è fermata al 11,1%. Brutto risultato per Italia Viva, il cui candidato, Ivan Scalfarotto non è andato oltre l’1,6% non riuscendo a portare alcun candidato in Consiglio.

risultati-elezioni-regionali-puglia-2.png

Nulla da fare nemmeno per le altre liste (Fiamma Tricolore, Lavoro Ambiente e Costituzione, Cittadini e Riconquistare l’Italia) che nel complesso hanno raccolto poco meno del 2% dei voti. Nessuna di queste liste ha evidentemente superato l’alta soglia di sbarramento dell’8% non eleggendo, quindi, nessun rappresentante in consiglio regionale. Al termine delle votazioni l'affluenza alle urne è stata del 56,4%, in crescita di oltre cinque punti rispetto al 51,2% delle Regionali del 2015. L’esito di questa elezione era tutt’altro che scontato, con i due principali contendenti di centrodestra e centrosinistra che erano dati testa a testa fino all’ultimo. Alla fine, Emiliano ne è uscito vincitore anche grazie al voto disgiunto dovuto, in parte, alla popolarità acquisita durante la gestione dell’emergenza pandemica.

Per l’occasione, Nomos Centro Studi Parlamentari ha predisposto una breve nota esplicativa sui risultati di questa tornata elettorale.

Scarica lo speciale

Speciale Risultati Elezioni Regionali Puglia - 24 settembre 2020



SEGUICI SU TELEGRAM

icon-telegram.png

Nomos Centro Studi Parlamentari è una delle principali realtà italiane nel settore delle Relazioni IstituzionaliPublic Affairs, Lobbying e Monitoraggio Legislativo e Parlamentare 

Se vuoi conoscere in tempo reale tutto il monitoraggio parlamentare senza perderti nessun nostro aggiornamento seguici sul nostro canale Telegram