Le elezioni politiche del 25 settembre hanno fatto emergere la vittoria netta del centrodestra e, in primis, di Fratelli d’Italia. Il nuovo Parlamento insediatosi giovedì 13 ottobre vede una principale differenza.

Il nuovo Parlamento insediatosi giovedì 13 ottobre vede una principale differenza: rispetto al 2018, a seguito del risultato del referendum costituzionale del 2020, il numero dei parlamentari è ridotto di un terzo. Alla Camera è passato da 630 a 400 e al Senato da 315 a 200. All’esito del voto, alla Camera il centrodestra potrà contare su 237 deputati su 400 (pari al 59,5%) mentre al Senato 115 su 200 (pari al 57,5%). A palazzo Montecitorio la maggioranza necessaria è ora di 201 e il centrodestra ha 36 deputati in più. Al Senato invece il centrodestra potrà contare su 115 senatori, 11 in più rispetto ai 104 che rappresentano la maggioranza assoluta dei senatori, una maggioranza più risicata rispetto alla Camera. 

Per l’occasione, Nomos Centro Studi Parlamentari ha realizzato uno speciale sulla lista ufficiale degli eletti alla Camera e al Senato, con i collegi nei quali hanno ottenuto la vittoria e le rispettive liste di elezione.

Scarica lo speciale

Speciale n. 12 - Gli eletti alla Camera e al Senato - 13 ottobre 2022



Compila il form e ricevi i nostri Speciali via mail

Lasciaci i tuoi dati per ricevere gratuitamente, via mail, i nostri speciali con analisi politiche, economiche e di scenario con approfondimenti regionali.
Accetto i Termini di Utilizzo e la Privacy policy

 

 

 

Seguici su Telegram

icon-telegram.png

Nomos Centro Studi Parlamentari è una delle principali realtà italiane nel settore delle Relazioni IstituzionaliPublic Affairs, Lobbying e Monitoraggio Legislativo e Parlamentare 

Se vuoi conoscere in tempo reale tutto il monitoraggio parlamentare senza perderti nessun nostro aggiornamento seguici sul nostro canale Telegram